SANT'ANTIOCO BIENNALE D'ARTE IN ESTEMPORANEA
Gli Uomini
comunicano
da Sempre
Con una lingua
conosciuta
da Tutti
L'Arte
SARDEGNA - ITALIA
L'Arte unisce
Anime
,
Popoli

Sant'Antioco - L'Isola dei Nuraghi

L’isola di Sant’Antioco si trova sulla costa sud-occidentale della Sardegna, nella provincia del Sulcis-Iglesiente.
 
Per estensione, 109 kmq , è la quarta isola italiana dopo Sicilia, Sardegna e l’isola d’Elba
 
Ospita due soli centri abitati, Sant’Antioco e Calasetta.

Complesso Nuragico Grutt'i Acqua Grutt'i Acqua

Di particolare interesse è il complesso nuragico di Grutti Acqua, sia per la vastità del sito, sia per la grande varietà di monumenti visibili. Esso comprende luoghi di culto e unità abitative. Da sempre uno dei luoghi più romantici da visitare sull'isola dei Sant'Antioco

 
L'Arciere L'Arciere

Il ritrovamento di epoca nuragica più importante rinvenuto a Sant’Antioco è senz’altro il bronzetto “L’Arciere”.Portato alla luce da scavi clandestini, è stato ritrovato a Cleveland nel 2009, grazie a una operazione di polizia.
Non lasciatevi scappare la storia del suo ritrovamento

 
I Nuraghi a Sant'Antioco Sant'Antioco

I Nuraghi nell'isola di Sant'Antioco sono tantissimi, solo pochissimi sono visibili,. I più famosi sono Nuraghe de Chirigu, Complesso nuragico Corongiu Murvoni, Nuraghe Monterveddu, Nuraghe Sa guardia de su turcu, Nuraghe S’ega de Marteddu, Nuraghe Antiogu Diana e S’ega de Funtana

 
Altre 'Presenze' Sant'Antioco

Sono inoltre presenti e visitabili i resti di una Capanna absidata e di un Circolo megalitico. Per troppo tempo queste 'tracce' sono state invisibili ai più.

 
Menhir, Tomba dei Giganti e Domus de janas Sant'Antioco

Non potevano mancare questi elementi che caratterizzano ulteriormente un periodo storico d'importanza elevatissima per la nostra isola.

 
Informazioni Geografiche Isola di Sant'Antioco Sant'Antioco


La sua posizione geografica, posta al centro Mar Mediterraneo, e la sua conformazione, con un ampio golfo nel versante est, fanno dell’isola di Sant’Antioco un approdo ideale e sicuro per coloro che, in tutte le epoche, hanno commerciato nel Mare Nostrum. A tal proposito, vi hanno risieduto le più importanti civiltà del passato (nuragici, fenici, punici, romani, ecc.).


La comunità scientifica e archeologica ha ampiamente indagato, attraverso numerose campagne di scavi, sulla presenza nel territorio dell’isola delle civiltà fenicia, punica e romana. Infatti, tanti sono i siti portati alla luce, tutti situati nella parte alta dell’abitato di Sant’Antioco, come ad esempio il Tophet, la Necropoli, il villaggio ipogeo, il Cronicario, ecc., tutti visitabili e gestiti da anni da una cooperativa locale. La stessa attenzione non è stata rivolta alla civiltà nuragica e prenuragica. I numerosissimi monumenti, come dimostra la cartina sotto allegata, fanno di Sant’Antioco un caso quasi unico nell’intero panorama sardo. Nonostante ciò, nessuna campagna di scavi è stata realizzata nei siti ben visibili in tutto il territorio dell’isola. In altre parole, si potrebbe dire che l’isola è intatta per quanto riguarda l’indagine sulla civiltà nuragica.

Sant'Antioco Isola dei Colori